comunicazione è relazione

il blog di Roberto Basso sulla comunicazione di pubblica utilità e varia umanità

Comuni virtuosi e "patto di stabilità"

I sindaci-imprenditori che ho incontrato finora amministrano comuni che vantano un bilancio in attivo (sarà un caso? sto cercando dati di sistema per verificare…). Ma sono tutti scontenti: perché il “patto di stabilità” gli impedisce di fare investimenti e mettere a frutto politiche economiche avvedute. Oggi se ne parla sul Sole 24 Ore, con accenti unanimi tra rappresentanti di destra e di sinistra (la politica locale, quella che vive di operazioni concrete dentro la quotidianità dei cittadini, è folta di bisogni che non sono “di destra né di sinistra”): tutti concordi nel sostenere che la modalità con la quale vengono attualmente effettuati i trasferimenti dallo Stato ai comuni è perversa: premia i meno virtuosi.

Grosso modo il patto funziona come un vincolo a spendere non più di un tot rispetto al passato, a prescindere dal segno più o meno che precede la bottom line, la cifra sull’ultima riga del bilancio comunale. Ma in questo modo si autorizza chi ha prodotto un disavanzo a perseguitare nel peggioramento dei conti, e al tempo stesso si impedisce a chi ha generato un avanzo di investire adeguatamente le risorse disponbili.

Annunci

Archiviato in:Uncategorized, , , , ,

One Response

  1. […] sono Comuni che per rispettare il Patto di stabilità hanno incrementato le imposte locali, altri che invece hanno ridotto i costi, qualcuno ha fatto […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: