Porcellum europeo? No, grazie

In giro per l’Italia ad osservare da vicino le motivazioni, l’esperienza ma anche le way-out di chi ha messo da parte la cura di una propria impresa per fare il Sindaco, si raccoglie un aspetto comune a tutte queste storie: la possibilità di mollare anche al termine del primo mandato per tornare al mestiere precedente. Un dato cruciale nel determinare l’autonomia e l’indipendenza decisionale di un leader: il Sindaco disinteressato al consenso delle strutture di partito e dei propri elettori può far bene o sbagliare ma non è condannato ad inseguire la popolarità. E se la ottiene, non ne può usufruire per più di due mandati.

L’articolo continua su LibMagazine.

Annunci

Autore: robertobasso

Direttore della Comunicazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze. Le informazioni contenute in questo blog sono fornite a titolo personale e le opinioni espresse non impegnano ad alcun titolo l'istituzione per cui lavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...