Presunto colpevole

Da parte delle autorità tutte, giudici, legislatori, forze dell’ordine, c’è la certezza che nei Comuni si rubi, che ogni funzionario sia un ladro, che un Sindaco non possa che essere disonesto, che i consiglieri non possano che essere il derivato del Sindaco in disonestà. Perciò tutto quello che queste persone mettono in piedi ogni mattina dicendo ‘bisogna evitare che qualcuno rubi’ è esattamente l’impedimento a gestire”. (imprenditore-sindaco, Piemonte)

La storia della nostra Repubblica ci ha insegnato a diffidare di chi occupa le istituzioni piegandole ai propri interessi. E tuttavia la diffidenza non è un motore del cambiamento positivo. Mi illuderò, ma chissà che non si possa tornare a una condizione in cui fiducia, responsabilità e controllo restituiscano ai sindaci l’autonomia per fare ciò che serve ai cittadini con i minori costi e i migliori risultati.

Annunci

Autore: robertobasso

Direttore della Comunicazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze. Le informazioni contenute in questo blog sono fornite a titolo personale e le opinioni espresse non impegnano ad alcun titolo l'istituzione per cui lavoro.

3 thoughts on “Presunto colpevole”

  1. A volte però questa sensazione è dovuta ad una mancanza di trasparenza, che al giorno d’oggi, con gli strumenti di condivisione e confronto che si hanno a disposizione, possono essere o sintomo di arretratezza o segno di qualcosa da nascondere. In nessuno dei due casi è comunque qualcosa di positivo.

  2. Certo, non c’è da essere ingenui e non bisogna abbassare le difese contro un male antico nel nostro Paese come la corruzione. Però a pensarci bene il controllo rigoroso e implacabile potrebbe risultare più efficace delle barriere burocratiche. Che comunque i più scaltri aggirano. E che sortiscono l’effetto contrario: escludono i piccoli illeciti o gli errori in buona fede (a costo di spese legali stratosferiche perché nessun funzionario in buona fede vuole correre il benché minimo rischio) lasciando il campo a chi si impegna a trovare nelle norme quelle pieghe in cui infilare comportamenti illeciti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...