Giochi di parole

Visto che il commento alla nostra campagna per Giuliano Pisapia è stato tra gli sport più diffusi delle ultime settimane, per una volta mi diverto a guardare le campagne altrui. Non a Milano, ma a Napoli. Ecco quelle di Gianni Lettieri (centrodestra) e Mario Morcone (centrosinistra). Trovo buona l’idea per Lettieri di mettere la città davanti ai principi ma “Fai vincere Napoli” mi sembra poco efficace, manca un guizzo nella metrica della frase. Potrebbe funzionare meglio in uno spot tv, pronunciata direttamente dal candidato (ma non ho informazioni sulla pianificazione video). Buona in principio anche l’idea di sovvertire i luoghi comuni nella campagna per Morcone però mentre alcuni soggetti funzionano altri suonano veramente falsi: quindi bene “Genio e regolatezza” (ma quanti si accorgeranno della mancanza della “s”?), molto meno “Nobiltà senza miseria” (anche perché nel primo gioco di parole c’è solo la cancellazione di una iniziale, nel secondo c’è l’inversione dei due termini e la sostituzione di un congiuntivo”).
In generale nelle campagne di questa tornata amministrativa mi pare che manchi qualsiasi intenzione di posizionamento. Anzi, sembra che ognuno voglia smarcarsi dai partiti. Col rischio di smettere di fare politica.

Annunci

Autore: robertobasso

Direttore della Comunicazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze. Le informazioni contenute in questo blog sono fornite a titolo personale e le opinioni espresse non impegnano ad alcun titolo l'istituzione per cui lavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...