Sì, ha proprio capito bene

Troppo facile complimentarsi con chi ci loda. Però l’analisi di Paolo Bottazzini su Linkiesta è impeccabile. Dall’esterno, ha intuito quello che stavamo facendo “dentro” la campagna. Forse perché i risultati ne sono stati una conseguenza. In particolare quoto questo passaggio:

Lo staff di centro-sinistra ha rinunciato a voler accentrare il controllo della campagna, lasciando libere le istanze grassroot di esprimersi nel linguaggio più consono alla sensibilità di ciascun gruppo.

Questo è vero non soltanto per le comunità online – che del resto mica vivono in una bolla estranea alla vita di tutti i giorni per le strade – ma anche per le comunità di cittadini che hanno voluto lavorare nei comitati, comunicando ciò che ritenevano più opportuno. E’ stato faticoso e anche rischioso promuovere una creatività parallela a quella “istituzionale” (che ha lasciato il segno nell’immaginario collettivo, nonostante le non poche critiche per la forza gentile, per la mitezza, per il vento…). Ma è stato fondamentale.
I sostenitori non sono esecutori pronti a portare in giro il verbo altrui, ma protagonisti di quella partecipazione che ha spinto prepotentemente il cambiamento.
Annunci

Autore: robertobasso

Direttore della Comunicazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze. Le informazioni contenute in questo blog sono fornite a titolo personale e le opinioni espresse non impegnano ad alcun titolo l'istituzione per cui lavoro.

One thought on “Sì, ha proprio capito bene”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...