Creatività e marketing in campagna elettorale

Ho appena letto il volume che Emanuele Gabardi ha dedicato alla comunicazione politica  raccogliendo sette casi di comunicazione e marketing elettorale tra le primarie del 2005 e le politiche del 2006. La peculiarità del volume (come degli altri volumi di questa collana che Gabardi cura per FrancoAngeli, “Casi di comunicazione”) è di offrire al lettore direttamente le descrizioni degli autori o dei responsabili delle campagne.

Tra DS e Alleanza Nazionale, tra Bertinotti e l’UDC, mi salta clamorosamente agli occhi la differenza della descrizione della campagna di Forza Italia da parte di Antonio Palmieri. Gli autori degli altri casi (con l’eccezione di pochi funzionari di partito, un po’ grigi nella didascalica descrizione del loro metodo di propaganda elettorale) sono “creativi” che si compiacciono delle proprie trovate “creative”, magnificano il rapporto con il committente, celebrano le proprie agenzie snocciolando i nomi di clienti più o meno celebri. Palmieri invece riferisce di una complessa macchina impegnata a utilizzare al meglio una pluralità di mezzi di contatto, affermando — implicitamente — un principio, diciamo tecnico, di cui sono assolutamente convinto. E cioè che nella comunicazione di massa, di cui la comunicazione politica è espressione principe, “quantity matters”: la quantità (di contatti, di occasioni e di pretesti per veicolare un messaggio) conta, è importante.Per questo, mentre i creativi si gongolano di una trovata, chi organizza la campagna in vista del successo nelle urne sa che la moltiplicazione dei contatti è l’unico modo per dare valore a qualsiasi trovata creativa.

Organizzazione, pianificazione, accurata ripartizione delle risorse e scelta del media mix: ecco, questo conta.

Annunci

Autore: robertobasso

Direttore della Comunicazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze. Le informazioni contenute in questo blog sono fornite a titolo personale e le opinioni espresse non impegnano ad alcun titolo l'istituzione per cui lavoro.

3 thoughts on “Creatività e marketing in campagna elettorale”

    1. I consulenti politici non devono avere la pretesa di sostituirsi ai politici. Devono lavorare perché emergano dei politici tutti i valori positivi: le idee, i principi, i programmi, lo stile di leadership. Tutto questo è importante in una campagna elettorale tanto quanto le tecniche e gli strumenti di comunicazione, la capacità organizzativa, la pianificazione, la qualità dell’immagine.
      I “contenuti” da soli non bastano. L’ “immagine” da sola dura poco. Ma “le politiche” (piani d’azione, affermazione di visioni del mondo e della società, difesa di certi interessi al posto di altri) sono cosa distinta da “la politica” (intesa come competizione tra partiti e candidati per assicurarsi l’onore e l’onere del governo, locale o nazionale).
      La comunicazione è intrinsecamente legata alla creazione e al mantenimento del consenso, se non se ne conoscono le dinamiche difficilmente si riuscirà ad affermare con mezzi pacifici e democratici “il contenuto”, visto che quel contenuto dev’essere votato dal 50% più 1 degli elettori.

  1. è stato uno dei primi libri che ho letto per avvicinarmi al settore. ed è un libro tecnico, sulle campagne elettorali, i contenuti sono quelli diffusi all’interno di esse. una campagna senza contenuti non esiste, è persa in partenza. senza contenuti non c’è comunicazione, non può esserci. il libro è veramente interessante, oltre al pezzo di palmieri mi colpirono anche parisi e ferrandi, che spiegano come sia nata la campagna della rosa nel pugno, a partire dai focus group (se non ricordo male).
    oltretutto quella campagna di forza italia fu un mix perfetto di comunicazione grassroots, online, sulla stampa e nei cartelloni pubblicitari. e dominò completamente l’agenda setting.
    me lo rileggerò prima o poi.
    ciao roberto!
    g.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...