Il governo del fare. Accadere le cose.

Vi siete mai chiesti perché il Governo si chiami anche esecutivo? Secondo me perché deve occuparsi di fare accadere le cose, come dice il ministro Barca. E una scuola di alti studi sullo sviluppo nata da sue intuizioni e organizzata dalla Fondazione Francesco Saverio Nitti si chiama proprio così: “Far accadere le cose”.

Far sì che al di là delle intenzioni, dei principi e delle regole le azioni collettive abbiano luogo è quell’attività che i manager chiamano execution.

Certo il Governo non amministra un condominio, non si occupa solo dell’amministrazione ordinaria ma di programmare il futuro della comunità nazionale, di tracciare una via per il Paese. E quindi di fare riforme, proponendo leggi e norme capaci di incidere profondamente nella vita quotidiana dei cittadini nel lungo periodo.

Ma nulla accade se non si presta la massima attenzione e cura all’execution. Senza di queste le norme restano lettera morta. Non a caso nell’organizzazione d’impresa i manager con responsabilità apicali si chiamano executive. L’amministratore delegato è il Chief Executive Officer: l’impiegato-capo che deve far accadere le cose.

Per esempio: se il CIPE (comitato interministeriale per la programmazione economica) stanzia denaro pubblico per finanziare opere e interventi nell’interesse generale e poi nessuno va a verificare che cosa accade sul posto, c’è una certa probabilità che le cose non accadano.

Per questo motivo il ministro Barca (che tra le sue deleghe ha anche il coordinamento del CIPE) ha inviato 21 sopralluoghi in altrettanti luoghi di Calabria, Campania, Puglia e Sicilia: per vedere sul posto se e come le cose accadono, guardando non solo le carte, ma gli occhi di chi ha la responsabilità della realizzazione di quegli interventi e “ascoltando” il contesto.

Mappa dei sopralluoghi effettuati in settembre 2012

E poi, ovviamente, rendendo tutto pubblico. Qui, sul sito della Coesione territoriale.

Annunci

Autore: robertobasso

Direttore della Comunicazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze. Le informazioni contenute in questo blog sono fornite a titolo personale e le opinioni espresse non impegnano ad alcun titolo l'istituzione per cui lavoro.

One thought on “Il governo del fare. Accadere le cose.”

  1. Anche l’Associaione di Promozione Sociale “Alumni Nitti”, output della Scuola di Alti Studi è un segnale che “far accadere le cose” è qualcosa di più di una semplice intenzione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...