All'asta gli appunti di Max Weber

La notizia (dal Corriere della Sera di oggi) capita veramente a proposito della nostra ricerca: il manoscritto La politica come professione, di Max Weber, emerge dal nulla e va all’asta, proposto da uno dei maggiori antiquari tedeschi.

La cosa è importante (intendiamoci: per gli appassionati del genere “topi da biblioteca”) perché il celebre testo è frutto della rielaborazione di un discorso tenuto a braccio, seguendo annotazioni fatte su foglietti sparsi, a un’associazione di studenti liberali a Monaco nel 1919. La prima traduzione italiana venne realizzata da Antonio Giolitti e pubblicata da Einaudi nel 1948.

È il primo dei titoli della mia bibliografia ideale sul tema “sindaci spa” e dintorni, elencata qui a sinistra. In questo blog se ne è già parlato qui.

Annunci